Psr: Agrintesa in campo nell'ortofrutta, vino e noce

Psr: Agrintesa in campo nell’ortofrutta, vino e noce

Psr: Agrintesa in campo nell’ortofrutta, vino e noce L'Unione europea, tramite la Regione ER, può finanziare un massimo di 10 milioni di euro di investimenti al 35% (per progetto di filiera)

Categorie: Le Notizie

Tags: ortofruttavinoprogettisociagrintesapsrbandiinvestimentinoci

Sono stati pubblicati alcune settimane fa i bandi per i progetti di filiera nell'ambito dei Piani di sviluppo rurale della Regione Emilia Romagna e la cooperativa Agrintesa si è già attivata per partecipare, insieme ai propri soci, a tre progetti specifici legati al settore vitivinicolo, ortofrutticolo e alla coltivazione del noce.
I progetti di filiera prevedono che una pluralità di soggetti uniscano le forze per presentare i propri investimenti, legati all'introduzione di innovazione nel comparto agroalimentare, in forma aggregata.
L'Unione europea, tramite la Regione Emilia Romagna, può finanziare un massimo di 10 milioni di euro di investimenti al 35% (per progetto di filiera): “Ovviamente l'accesso a queste risorse è molto selettivo e dipende dalle tipologie di interventi proposti - sottolinea Raffaele Drei, presidente di Agrintesa -. Quindi non è affatto scontato ottenere questi finanziamenti e, in aggiunta, sappiamo già che le risorse disponibili saranno ampiamente insufficienti a rispondere a tutte le richieste che, in una regione come la nostra, verranno presentate. Scopriremo, se i nostri progetti verranno finanziati o meno, nei primi mesi del 2018”.

Psr ortofrutta
Agrintesa sarà il capofila del progetto legato all'innovazione ortofrutticola e al quale parteciperanno i soci che avranno volontà e possibilità di effettuare investimenti. “Saranno raccolte richieste di finanziamento per progetti legati all'innovazione e, più precisamente, all'introduzione di tecnologie destinate al miglioramento qualitativo del prodotto nonché alla riduzione dell'impatto ambientale e al risparmio energetico - spiega Drei -. Per
quanto riguarda invece la parte agroindustriale, Agrintesa punterà ad efficientare le proprie attrezzature di lavorazione e frigo-conservazione. Parliamo di strumentazioni ad altissima innovazione che, grazie alla continua ricerca, possono davvero fare la differenza. In particolare siamo interessati ad investire nella lavorazione della cultivar kiwi a polpa gialla che, in questi anni, è oggetto di un forte incremento produttivo”.

Psr vitivinicolo
Sarà invece Caviro a fare da capofila al progetto di filiera dedicato al settore vitivinicolo e al quale parteciperanno, oltre
ad Agrintesa, le altre cantine sociali del territorio emiliano-romagnolo socie del consorzio. “Anche in questo caso si punterà alla richiesta di finanziamenti destinati
all'innovazione finalizzata alla miglior gestione del vigneto, sia da un punto di vista ambientale che qualitativo - prosegue il presidente -. Per quanto riguarda Agrintesa invece, ci aspettiamo di poter utilizzare una parte di questi fondi per coprire, parzialmente, i costi della ristrutturazione della Cantina Sociale di Russi che contiamo di inaugurare entro la prossima vendemmia. Un investimento significativo, certamente il maggior investimento oggi in essere in Italia in questo settore, che ricorre proprio nel 10° anniversario dalla nascita di Agrintesa e che assume un valore anche simbolico: la nostra cooperativa è nata 10 anni fa con l'obiettivo di avere più forza per investire, insieme, sul mercato e nell'innovazione. Il fatto che questa ricorrenza venga festeggiata con l'inaugurazione della nuova cantina di Russi racconta nei fatti qual è stato il filo conduttore di 10 anni di storia della cooperativa”.

Psr noce
La coltivazione del noce, attualmente in forte espansione sul nostro territorio, sarà oggetto di un bando specifico che coinvolgerà anche Agrintesa ed i suoi soci: “Se i progetti dedicati al settore ortofrutticolo e vitivinicolo sono confermati, per quanto riguarda il noce stiamo ancora lavorando per creare un raggruppamento di aziende specializzate - conclude Drei -. L'obiettivo, in questo caso, sarà quello di sostenere l'acquisizione delle tecnologie che, tra breve, saranno necessarie a dare risposta a questa produzione”.

ilCALENDARIO

«aprile 2017»
lunmarmergiovensabdom
272829303112
3456789
10111213141516
1718192021
21/04/2017 09:30 - 12:30
10030

Seminario: biogas sostenibile & allerte odorigene

Al seminario parteciperanno anche le cooperative Res e Caviro.

Location: CNR Area della Ricerca

Read more
2223
24252627282930
1234567

iTAGdelleNOTIZIE




CONFCOOPERATIVE RAVENNA
Sede di Ravenna
Via di Roma, 108
48121 RAVENNA
t +39 0544/37171

 

f +39 0544/215717
ravenna@confcooperative.it

 

Sede di Faenza
Via Castellani, 25
48018 FAENZA
t +39 0546/26084
f +39 0546/664479
faenza@confcooperative.it